A SCATOLA CHIUSA

Commedia comica in tre atti di Georges Feydeau
Adattamento e regia di Enzo Rapisarda

Personaggi e interpreti



PACAREL

Enzo Rapisarda

DUFAUSSET

Marco Vallarino

DR. LANDERNAU

Domenico Veraldi

LANOIX DE VAUX

Mario Cuccaro

MARTA (moglie di Pacarel e matrignia di Giulia)

RITA VIVALDI

AMANDINE (moglie di Landernau)

FRANCESCA SPEZIE

GIULIA (figlia di Pacarel)

ANNA RAPISARDA



Staff 



Scenografie e Costumi:
Laboratorio N.C.T. Verona


Direzione luci e audio:

Khristopher Ramos Villegas

 

Fotografo di scena:
Michele Albrigo


Regia:

Enzo Rapisarda


Produzione e messa in scena:
Nuova Compagnia Teatrale

anno 2017

Scritta nel 1888 col titolo originale Chat en poche (Il gatto in tasca), da un Feydeau allora giovane ventiseienne, è una commedia che, tra satira pungente e un meccanismo preciso di pura comicità, tra vorticosi equivoci e un ritmo indiavolato, conserva la sua forza originale. In una combinazione ideale di ingredienti, legati alla tradizione della farsa francese e a un adattamento frizzante, lo spettacolo delinea con precisione il ritratto della società borghese francese dell’epoca, vivacizzando l’opera con tratti marcati di ironia, di paradosso e talvolta anche di assurdo, fonti di inevitabili risate.

Ambientata nella casa di campagna di Monsieur Pacarel, un ricco commerciante che vive con la moglie Marta e la figlia Giulia. Ospiti della famiglia sono il Dott. Landernau e la moglie Amanda. La vicenda si sviluppa quando il padrone di casa desidera far  rappresentare il Faust scritto dalla figlia al Teatro dell’Opera di Parigi e proprio per questo, decide di ingaggiare il tenore più famoso del momento. In cambio dell’ingaggio, il teatro si dovrà però adeguare ai desideri del finanziatore. Intanto in casa Pacarel, arriva un giovanotto intenzionato a chiedergli di fargli da tutore nei suoi studi di Giurisprudenza. Viene da tutti scambiato per il famoso tenore e l’equivoco causerà malintesi e colpi di scena. Il signor Pacarel , comprando “a scatola chiusa” innesca una serie di fraintendimenti, anche di natura sentimentale, in un crescendo di colpi di scena fino all’inevitabile lieto fine. 

 NUOVA COMPAGNIA TEATRALE di Enzo Rapisarda