Vecchi tanto per ridere

Commedia in due atti scritta e diretta da Enzo Rapisarda

 

Personaggi e interpreti



Berny Foti:

Enzo Rapisarda



Sergio Camusso:
Domenico Veraldi

Il Dottor Melillo:
Moreno Pasqualin


Il Postino

Alberto Latta


Paola de Paolis

Enza Platania

Rita Vivaldi


Testimone

Marco Vallarino
Maurizio Baschirotto


La Direttrice

Serena Filippini

Germana Parizzi

 

Voci fuori campo:

Enzo Rapisarda


Staff


Scenografia:
Laboratorio N.C.T.


Direzione luci e suono:
Khristopher Ramos Villegas


Costumi:
Laboratorio N.C.T.


Regia:
Enzo Rapisarda


Produzione e messa in scena:
Nuova Compagnia Teatrale

Diventare vecchi, andare in pensione:

“Come vecchi divani, ci accantonano in soffitta, quando il tempo si arresta sull'orlo delle ciglia”.

è forse così che si sente oggi la cosiddetta “Terza Età”, che poi tanto terza età non lo è più? 

Certamente i personaggi di questa divertente commedia non si sono mai divertiti tanto. Certo con la consapevolezza di non essere più ventenni ma che importa?

Sono tante le cose che un ventenne non può fare e neanche capire rispetto a ciò che può fare e capire un anziano e poi quanta vita sulle spalle, esperienza, scuola per il prossimo. Si diventa vecchi perché è il corso naturale della vita ma i protagonisti di quest’opera lottano con l’essere giovane che scalpita ancora dentro ognuno di loro e inevitabilmente porteranno il pubblico a dire che si può anche essere vecchi tanto per ridere.

Una storia ricca di emozioni e soprattutto di colpi di scena fino alla fine, con vicende che si intersecano con la vita di tutti noi perché tutti noi affrontiamo o affronteremo il giorno della “pensione”.

Oscar Wilde scrisse: “La tragedia della vecchiaia non sta nell’essere vecchi ma nel sentirsi ancora giovani”.

Buon divertimento.

 NUOVA COMPAGNIA TEATRALE di Enzo Rapisarda